Pinot Grigio Istà 2019 e Ripasso Monterè 2018 annoverati nella Guida Verona Top 100

Il Pinot Grigio delle Venezie Dop “Istà” 2019 e il Valpolicella Superiore Ripasso Dop “Monterè” 2018 della linea Ca’ De’ Rocchi sono stati annoverati nella Guida Verona Top 100, Guida ai Vini di Verona 2021, edita da Athesis S.p.A. e in vendita da ottobre in allegato al quotidiano L’Arena.

I vini – i migliori 100 della provincia di Verona – sono stati selezionati dai 3 sommelier AIS più noti della regione: Enrico Fiorini (miglior sommelier professionista del Veneto 2014), Gianluca Boninsegna (miglior sommelier professionista del Veneto 2015), Marco Scandogliero (miglior sommelier del Veneto 2016).

Il Pinot Grigio delle Venezie Dop “Istà”
100% Pinot Grigio, proveniente da vigneti collinari, ben esposti nella zona della Val d’Adige, le uve migliori vengono raccolte manualmente. Segue la pigidiraspatura, la pressatura soffice, l’avvio della fermentazione a temperatura controllata (14-18°C) e l’affinamento in acciaio. Dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, presenta aromi fruttati e floreali: pesca, ananas e richiami di fiori bianchi. Dal palato fresco, elegante e morbido (12,5%), con una buona persistenza. Perfetto con piatti estivi, pesce e crostacei o come aperitivo. Da servire fresco a 8-10°C.

Il Valpolicella Superiore Ripasso Dop “Monterè”
Blend di Corvina, Corvinone e Rondinella, le uve provengono da vigneti selezionati in Valpolicella, e vengono selezionate a mano all’inizio di ottobre. Segue la pigiatura soffice con diraspatura, fermentazione con macerazione a 20-24°C e pressatura soffice. Il vino ottenuto a fine dicembre viene “ripassato” sulle bucce dell’Amarone. L’affinamento avviene in botti di rovere francese e americano da 5-20hl per 12 mesi. Dal colore rosso carico e luminoso, al naso presenta una prevalenza di frutta rossa, dove spiccano prugna e amarena, sentori speziati e una lieve nota balsamica. È un vino strutturato di 14%, dal sapore deciso e dal tannino morbido. Particolarmente indicato per accompagnare i risotti autunnali (risotto ai funghi, al radicchio rosso o risotto al Tastasal), pasta e fagioli, vari piatti di carne arrosto o stufati e tradizionale carrelli di lesso con la “pearà” (salsa da contorno tipica della cucina povera veronese). Da servire a temperatura ambiente (20°C).

La serata di premiazione delle cantine con la consegna degli attestati ufficiali si è svolta venerdì 9 ottobre 2020 alle ore 18.00 presso il Teatro Nuovo di Verona.