Feudo Croce

Amore
al primo sorso

Nel 2001, durante una visita in Salento, Gian Andrea Tinazzi comprese immediatamente la potenzialità dei vitigni autoctoni locali e acquistò una proprietà di circa 20 ettari, destinata a ospitare l’attuale masseria Feudo Croce.